San Gregorio Matese: gennaio 2011

26 gennaio 2011

Diocesi Alife - Caiazzo

Il comune di San Gregorio Matese appartiene alla diocesi Alife – Caiazzo, nata nel 1978 per volere della Santa Sede che unificò le due preesistenti diocesi nominando Angelo Campagna come vescovo reggente. Attualmente la diocesi si compone di 24 paesi per un’area pari a 752,3 km² che si estende dalle colline di Caiazzo fino ai Monti del Matese.

La curia diocesana più vicina a San Gregorio Matese si trova a Piedimonte Matese in via Angelo Scorciarini Coppola, 230 (Tel.: 0823.543614). Allo stesso indirizzo è possibile trovare anche la Biblioteca Diocesana S. Tommaso D’Aquino (Tel.: 0823.543624 – info@bibliodac.it).

Vescovo Alife Caiazzo Valentino Di Cerbo
Il vescovo della diocesi Alife – Caiazzo è S.E. Mons. Valentino Di Cerbo, nato a Frasso Telesino (Bn) il 16 Settembre 1943. Dopo aver compiuto gli Studi Filosofici e Teologici presso la Pontificia Università Lateranense, il vescovo Di Cerbo si è laureato in Filosofia presso l’Università degli Studi “Federico II” di Napoli.

Tra le sue innumerevoli cariche, il vescovo Valentino Di Cerbo è stato:


  • Assistente presso il Pontificio Seminario Romano Maggiore;
  • Dirigente del Centro Pastorale per l’Evangelizzazione e la Catechesi del Vicariato di Roma e successivamente all’Ufficio Catechistico Regionale del Lazio;
  • Cappellano di Sua Santità;
  • Membro del Consiglio dell’Ufficio Catechistico Nazionale, del Comitato Nazionale per il riconoscimento degli Istituti di Scienze Religiose e del Forum europeo per l’insegnamento della religione cattolica;
  • Direttore Amministrativo dell’Istituto di Scienze Religiose Ecclesia Mater della Pontificia Università Lateranense e direttore dell’Istituto Superiore E. Caymari;
  • Rettore della Chiesa di Sant’ Eustachio a Roma;
  • Minutante presso la Segreteria di Stato e successivamente Capo Ufficio della Sezione Italiana;
  • Consigliere spirituale nelle équipes Notre Dame di Roma, è Rettore della Chiesa della Madonna di Campanile in Frasso Telesino (Bn);
  • Chierico Prelato della Camera Apostolica e successivamente Commendatore al merito della Repubblica Italiana;

Il 6 Marzo 2010 viene infine eletto vescovo della diocesi Alife – Caiazzo, prendendone possesso l’8 maggio 2010 con l’ingresso solenne nella Cattedrale di Alife e nell’Episcopio di Piedimonte Matese, residenza ufficiale dei vescovi di Alife sin dal 1561.

Per ulteriori informazioni
http://www.diocesi-alife-caiazzo.it/


16 gennaio 2011

Albergo Monte Miletto*** a San Gregorio Matese

Albergo Monte Miletto a San Gregorio Matese

A San Gregorio Matese c’è una sola struttura ricettiva, è l’Albergo Monte Miletto, situato in via Geppino Bojano 49 (ex via Nazionale) SP331-II. Si tratta di un’imponente hotel a 3 stelle che si è perfettamente conservato nel tempo grazie al lavoro dei suoi proprietari, un’anziana coppia di signori del posto che con modestia hanno tenuto vivo questo albergo fino ai giorni nostri.

Guardando dall’esterno l’albergo Monte Miletto non si può non immaginare l’importanza di questa struttura ricettiva negli anni passati. Circondato da un vasto giardino, l’albergo Monte Miletto era infatti il luogo preferito per banchetti nuziali ed eventi importanti di un tempo.

Oggi l’Albergo Monte Miletto viene scelto per lo più da anziani ospiti, soprattutto nella calda stagione per riposarsi e immergersi nella quiete e nelle fresche giornate estive a San Gregorio Matese.

Contatti: 0823.919009




09 gennaio 2011

La Croccantina (o Struffoli), Dolce Tipico di Natale a San Gregorio Matese

Croccantina, Dolce Tipico di Natale a San Gregorio Matese
La croccantina (o struffoli) è un dolce sempre presente nelle case dei sarrocchi durante il periodo di Natale. Solitamente preparata qualche giorno prima del 25 Dicembre, la croccantina si costituisce di ingredienti semplici spesso diversificati da famiglia a famiglia.

Ingredienti:

PER L'IMPASTO
  • 200 g. di farina 
  • 2 uova 
  • circa 2 cucchiai di zucchero 
  • mezza bustina di lievito per dolci 
  • un filo d'olio 
  • una buccia di limone grattugiata.

PER LA FRITTURA
  • 1 litro d'olio circa.

PER LA GUARNITURA
  • miele, confettini e/o noci e pinoli a piacimento.

Procedimento:

Disporre la farina a fontana e nel mezzo sbattere le uova. Aggiungere lo zucchero e amalgamare con la farina, il lievito, l'olio e la buccia di limone grattugiata.

Quando l'impasto sarà ben omogeneo reare delle striscioline sottili da tagliare in piccoli pezzettini, gli struffoli appunto.

Riscaldare l'olio in una padella ben profonda e friggere gli struffoli pochi per volta. Depositarli quindi in un vassoio ricoperto di carta assorbente e lasciarli raffreddare.

La Croccantina confezionataTerminata la frittura, in un'altra padella lasciare sciogliere il miele insieme a dello zucchero. Versarvi quindi gli struffoli e amalgamarli ripetutamente fino a quando non saranno ben cosparsi di miele. Se lo preferite potrete aggiungere delle noci o dei pinoli minuziosamente tagliati. Disporli quindi in un piatto largo e piano e dare la forma circolare con un buco nel mezzo. Servirsi di un bicchiere se necessario. Alla fine, se lo preferite, cospargere la croccantina con dei confettini.

Se la croccantina così preparata dovrà essere regalata, abbellirla con del cellophane chiuso all'estremità.


06 gennaio 2011

Il Lago Matese: Bacino Lacustre di origine Carsica ai piedi dei Monti Miletto e Gallinola


Visualizzazione ingrandita della mappa

A circa 12 km di distanza da San Gregorio Matese si trova il lago Matese (1.011 metri s.l.m.), un bacino carsico dominato dai Monti Miletto e Gallinola (Massiccio del Matese e Parco Regionale) la cui profondità massima si aggira attorno ai 10 metri. Il lago Matese è alimentato dalle acque piovane e dallo scioglimento delle nevi. Esso si presenta infatti abbondante sul finire dell’inverno e di dimensioni ridotte durante la calda stagione.

Lago del Matese, Prov. di Caserta, Campania
Punto di riferimento durante l’estate, il lago Matese è frequentato da quanti desiderano abbandonare le calde e afose località limitrofe, per rinfrescarsi e concedersi attimi di relax. Tra le attività che è possibile svolgere durante il tempo libero presso il lago Matese è sicuramente da menzionare l’equitazione. Numerose sono infatti le famiglie del posto che offrono a prezzi irrisori, divertenti giri a cavallo. Anche la pesca attira numerose persone, il lago infatti è ricco di trote, carpe, lucci, pesci persici e tinche.

Il lago Matese è accessibile gratuitamente. Chi lo desidera può persino organizzarsi in tenda da campeggio prestando attenzione ai soli cani da pascolo che di notte si aggirano nei pressi del lago.

Lago del Matese, Prov. di Caserta, Campania
Nelle immediate vicinanze del lago Matese si trova il Ristorante da Carmela, dove è possibile assaporare i piatti tipici locali della cucina del Matese così come tantissime altre delizie locali proposte direttamente dalla proprietaria.

Infine il lago Matese è l’ideale punto di partenza alla volta di escursioni e passeggiate all’aria aperta, per quanti desiderano scoprire il fascino di questa località dell’Appennino campano.

Sebbene il lago Matese è stato più volte vittima di numerose dicerie ed episodi spesso infondati riguardo le sue acque e i suoi fondali, gli abitanti di San Gregorio Matese in collaborazione con il Parco Regionale del Matese hanno più volte tentato di tutelare il bacino lacustre e il territorio circostante. Numerose sono state infatti le iniziative promosse nei pressi del lago Matese, al fine di sensibilizzare le persone del posto e i visitatori, alla tutela e al rispetto dell’ambiente.

Tutti coloro i quali si recano presso il lago, così come anche nell’intero territorio del Matese, sono invitati a non gettare la carta a terra, a non abbandonare sacchetti dell’immondizia e a rispettare le regole del buon vivere al fine di tutelare la sopravvivenza di un territorio che troppe volte è stato costretto a subire le minacce dell’uomo.


Regolamento

Al fine di tutelare l’immagine del blog www.san-gregorio-matese.blogspot.com, del paese di San Gregorio Matese e della comunità tutta, viene indetto il seguente regolamento il cui scopo è quello di promuovere una più efficace moderazione dei commenti.

Il blog www.san-gregorio-matese.blogspot.com nasce con l’unico intento di promuovere il comune di San Gregorio Matese dal punto di vista storico, artistico, culturale, ambientale e sociale con un particolare accento alle tradizioni, agli usi e alle consuetudini della gente del posto.

Pertanto si stabilisce che:

  1. Chiunque ha il diritto di esprimere il proprio pensiero riguardo gli argomenti trattati, prestando particolare attenzione al rispetto politico, sociale e religioso. I commenti contro tale regola non saranno pubblicati;
  2. È vietato fare propaganda elettorale, offendere il prossimo e violare le regole del buon costume;
  3. È vietato lasciare commenti di senso incompiuto o non attinenti all’argomento trattato. Frasi come “Solo Sambuchi” o “Viva i Sangennari” non saranno pubblicate;
  4. È vietato lasciare commenti falsi con l’unico scopo di guadagnare un link in ingresso verso il proprio sito web;
  5. Ogni utente ha il diritto di esprimere le proprie idee e di firmarsi, grazie alla libertà di pensiero e parola sancita dalla Costituzione Italiana. Tuttavia, commenti anonimi, scritti nel rispetto delle regole, saranno accettati e pubblicati allo stesso modo dei commenti firmati;
  6. È vietato lasciare commenti riguardanti questioni familiari, litigi e fatti personali.

Il blog www.san-gregorio-matese.blogspot.com si riserva il diritto di ampliare e modificare tale regolamento in qualsiasi momento, al fine di tutelare il lettore e offrire un punto d’informazione la cui qualità possa crescere nel tempo.