San Gregorio Matese: Inizia il Periodo dell’Avvento a San Gregorio Matese: Aspettando il Natale

28 novembre 2010

Inizia il Periodo dell’Avvento a San Gregorio Matese: Aspettando il Natale

Avvento
Foto esempio

Inizia il periodo dell’Avvento e la popolazione di San Gregorio Matese si prepara a vivere il Natale. Ma non è raro sentir parlare della magica atmosfera che avvolgeva San Gregorio Matese nei periodi natalizi di tanto tempo fa. I racconti e i volti che s’illuminano parlando del passato lasciano immaginare qualcosa di veramente speciale.

Ma il Natale arriva anche quest’anno a San Gregorio Matese e i cittadini fanno del loro meglio per affrontarlo nella maniera più serena possibile.

Dolci, piatti natalizi, aromi e fragranze prelibate inebriano i vicoletti del centro storico. Donne operose preparano con amore e abilità ricette natalizie derivanti direttamente dall’antica tradizione culinaria. Il camino sempre acceso rende calda e accogliete l’atmosfera in casa; i fumi dei focolai si mischiano alle umide nebbie invernali che colmano le strade del paese.

Qualche luce di Natale inizia a spuntare timidamente, le abitazioni vengono gradualmente allestite a festa. Luci colorate a intermittenza percorrono balconi e cancelli così come porte e finestre. Le strade acquisiscono pian piano quell’atmosfera speciale accompagnata da dolci melodie di cori che si odono in lontananza fare le prove di Natale.

È l’8 Dicembre, si prepara il Presepe e l’Albero di Natale. Il muschio fresco raccolto in montagna, laghetti artificiali costruiti con la carta argentata, pecore e pastorelli che fanno la loro comparsa nel presepe. L’Albero di Natale è solitamente un pino ma sempre più spesso viene scelta la cosiddetta “frasca”, un albero di piccola statura completamente spoglio a causa dei rigidi periodi invernali, e ricoperto qua e là di palline colorate o addobbi fatti in casa. I cittadini di San Gregorio Matese sono infatti molto creativi e solo raramente acquistano addobbi natalizi “belli e fatti”. Il più delle volte si ricorre a sacchetti fatti a uncinetto, fiori e farfalle di carta velina, palline di lana, “mamuccegli” (bamboline) di stoffa e perline colorate.

Ma il mese di Dicembre è anche il periodo in cui si ammazza il maiale, da cui si ricava la provvista di carni per l’intero periodo invernale. “Amma sfascià ru porco”, com’è solito dire nel dialetto locale, per conservare fette di carne, salsiccia e costolette che accompagneranno i pranzi dei sarrocchi fino a primavera inoltrata, quando sui monti del Matese inizierà lo sciogliersi delle nevi.

Il Natale è ormai vicino e ci si organizza per i vari “magnamenti” che più di tutti esprimono l’amore dei cittadini del Matese per la cucina e le antiche tradizioni. La cena per la Vigilia di Natale, il pranzo di Natale, il cenone del 31 Dicembre e l’Epifania le tappe fondamentali del periodo natalizio a San Gregorio Matese. Paste al forno, carni succulenti, patate, sughi di pomodoro lasciati bollire all’infinito per poter acquisire quel sapore autentico della cucina tradizionale. E infine la protagonista: la Croccantina. Il dolce tipico di Natale a San Gregorio Matese. Un insieme di chicchi ricoperti di miele e guarniti con confettini, mandorle, pinoli, noci e… chi più ne ha più ne metta, per presentarsi in una forma circolare e con un buco in mezzo. Preparata per essere mangiata in famiglia, per essere offerta agli ospiti delle feste ma anche per essere regalata, la croccantina è certamente il dolce di Natale che in questa località del Matese non manca mai.

Sebbene il Natale a San Gregorio Matese sembri non essere più lo stesso di tanti anni fa, non si può dire che questo importante periodo dell’anno passi inosservato. Le quattro domeniche dell’Avvento ne sono testimonianza diretta. Quel lume acceso in chiesa, quelle preghiere sempre più emozionanti e quei canti ora soavi ora allegri e festanti aprono le porte a un nuovo Natale, ricco di speranze, pace e amore.

4 commenti:

  1. Non vedo l'ora di poter vivere la meravigliosa atmosfera che invade san gregorio nel periodo natalizio!!!! Ma, intanto, aspettando con ansia di tornare a casa per le festività natalizie, una strana malinconia mi assale perchè qui è già tutto vestito a festa ma, nonostante tutto, io non riesco a sentirmi partecipe non riesco a gioire perché non riesco a respirare la stessa aria che si respira a san gregorio e resto impassibile difronte a tutto ciò che mi circonda!!!
    Stefania

    RispondiElimina
  2. E'proprio vero,chi e'lontano vede tutto con occhi diversi......quest'atmosfera che descrivete qui non si vede.Forse la vostra e'una grande nostalgia che avete nei confronti di famiglia ed amici,ma credo che se avete scelto di andare via per lavoro non dovete dimenticare come si vive qua....voi ci ritornate per le vacanze,noi purtroppo siamo qui tutto l'anno e non sto'qui a dirvi come ci si vive,perche'lo sapete benissimo

    RispondiElimina
  3. Forse hai ragione anonimo...noi che siamo lontani vediamo tutto con occhi diversi...ma ciò è dovuto al fatto che forse noi riusciamo ancora a vedere le cose belle del nostro paese che forse "alcuni" di voi che sono restati non riescono più a vedere. Io non nego che a San Gregorio ci siano grandi problemi, del resto sono evidenti, ma le nostre tradizioni, i nostri profumi i nostri panorami resteranno comunque tali per sempre.....problemi o non problemi!!!
    Credimi vivere lontano non è per nulla facile, si incontrano così tanti ostacoli che a volte è davvero difficile non arrendersi, e se avessi potuto scegliere di sicuro sarei restata!!!
    Una cosa ci accomuna però...il CORAGGIO....quello che è servito a noi per andare via....e quello utile a voi che avete deciso di restare.
    Stefania

    RispondiElimina
  4. Cara Stefania voi che siete andate via siete ragazze piu'che coraggiose.sicuramente e'dura vivere lontano dalla propria famiglia,soprattutto quando la famiglia e' quella tua o di Silvana che non vi hanno fatto mai mancare nulla.Ma voi siete andate lontano dal vostro"nido"per crearvi un futuro migliore del nostro che da qui non ci siamo mossi o peggio siamo tornati.Apprezzo Lia,Angela,Fernando e tanti altri giovani che vogliono provarci a risollevare le sorti del nostro paese;ma non posso tollerare ex politici,ex commercianti,ex cittadini di san Gregorio che hanno altre "VEDUTE"....Quindi a queste persone dovrebbero mettersi almeno da parte perche' loro potevano far qualcosa quando erano al comune,oppure in commercio o in un altro paese dove hanno sempre parlato male del nostro paese....fatevi da parte per una volta e fate fare a questi giovani che credono in loro nstessi e non nell'appartenenza politica

    RispondiElimina